Perché Registrare un Dominio .com [3 Motivi Principali]

Avviare una nuova attività online non è una cosa immediata. 

Dopo aver definito il piano d’azione, aver fissato gli obiettivi di business ed aver effettuato un’analisi del proprio settore di riferimento, sarà finalmente possibile passare all’azione creando un sito ex novo.

 

Prima di avventurarsi nella creazione del portale, tuttavia, è necessario scegliere un nome per il proprio progetto e per il sito internet. 

In un secondo momento, sarà necessario soffermarsi anche sull’estensione del dominio, considerato che si tratta di un elemento in grado di incidere parecchio sulla riconoscibilità del progetto. 

Ma per quale motivo optare per un dominio .com anziché prendere in considerazione altre opportunità? Scopriamolo insieme!

 

hosting

 

Quando e come nasce il .com

Prima di enumerare i vantaggi e le caratteristiche di questa estensione, diamo un’occhiata alla storia del .com. Il primo dominio .com nacque nel 1985 (il sito si chiamava Symbolics.com) e ancora oggi quest’estensione costituisce l’opzione numero uno per tutti coloro che desiderano creare un sito internet.

L’estensione .com venne lanciata dal Dipartimento della Difesa americano, con un obiettivo abbastanza chiaro: realizzare un’etichetta che potesse rendere riconoscibili tutte le piattaforme internet sviluppate per scopi commerciali.

Nonostante un avvio in sordina, l’estensione cominciò pian piano ad ottenere sempre più spazio e visibilità, fino a diventare un’icona di internet. Il .com aveva ormai superato la sfera meramente commerciale per cui era stato progettato.

Perché scegliere l’estensione .com per il proprio dominio?

Lungi da me voler glorificare l’estensione .com; in realtà, questo articolo vuole essere un vademecum appositamente realizzato per chiarire i vantaggi derivanti da questa scelta. 

Ho scelto di schematizzare tutti gli aspetti che reputo più importanti in una lista di 8 motivi che, secondo me, sottolineano l’efficacia dell’estensione .com rispetto alle altre opzioni disponibili.

 

 

1. Dare al sito un “aspetto internazionale”

Una delle caratteristiche che più contribuisce a rendere unico il .com è la sua dimensione internazionale. Se il .it definisce l’appartenenza ad un mercato esclusivamente italiano, il .com è un’estensione in grado di superare ogni tipo di barriera.

L’estensione .com può essere utilizzata in tutto il mondo e indipendentemente dalla natura del sito, senza la preoccupazione di essere etichettati come appartenenti o meno ad una specifica realtà. Il .com non ha confini e non spinge mai l’utente a scartare un sito a priori!

 

 

2. Posizionamento sui motori di ricerca

In termini di posizionamento (aspetto imprescindibile per qualsiasi sito Web), il .com può garantire vantaggi? Tutto dipende dagli obiettivi che sono stati fissati in precedenza.

Se l’intento è posizionarsi soltanto sulla versione italiana di Google, allora sarà meglio scegliere l’estensione .it, considerata la propensione del motore di ricerca a favorire i domini locali. Se, invece, il tuo scopo è acquisire notorietà anche al di fuori dei confini nazionali, allora il .com costituisce senza dubbio la scelta migliore.

3. Prezzi bassi

Nessun dominio è gratis e tanto meno può esserlo uno con estensione .com. Tuttavia, puoi stare certo che non sarai costretto a spendere cifre esagerate (come spesso accade con i nuovi gTLD).

Versando un canone annuale minimo (circa 10 euro) potrai diventare il titolare di un nuovo dominio internet con estensione .com e beneficiare dei vantaggi elencati in questo articolo.

 

4. Dedicata al settore commerciale, ma non solo

Creata appositamente per definire i siti dediti al commercio online, l’estensione .com è andata via via crescendo fino ad oltrepassare i limiti entro cui inizialmente era stata confinata.

Oggi, questa estensione è diventata un’autentica icona del Web, motivo per il quale il .com viene ormai utilizzato da anni per portali di ogni genere.

5. Affidabilità

L’affidabilità che ci ispira un sito dipende da numerosi fattori. Tra questi figura anche l’estensione del dominio, in grado di incidere sulla valutazione personale fatta dall’utente che naviga il Web alla ricerca di informazioni.

 

A dirlo sono centinaia di studi affidabili, che hanno scoperto quanto l’abitudine e l’inconscio giochino un ruolo di rilievo anche su internet. Probabilmente, si tratta anche della ragione che impedisce il decollo e l’affermazione delle nuove estensioni.

In sostanza, tendiamo a fidarci molto più dei portali che terminano il proprio nome con .com che di un sito che presenta un’estensione come .app o .exchange, all’apparenza strane e poco affidabili.

 

6. Riconoscibilità

Nonostante i tempi siano cambiati e le novità abbondino, il .com resta un simbolo di riconoscibilità.

Non c’è dubbio circa il fatto che il .it e il .net siano utili per una serie di obiettivi e che grazie alle nuove estensioni sia più facile personalizzare la propria presenza online; tuttavia, il .com continua a definire meglio una realtà che per sua natura è attiva sul Web.

E siamo tutti talmente abituati a questa estensione che incontrarne di diverse, alle volte, potrebbe apparire persino alienante, bizzarro e, soprattutto, inaffidabile.

7. Reputazione online

La reputazione di un sito è strettamente collegata alla riconoscibilità dello stesso. Un logo e un nome ben identificabili, un marchio di fabbrica riconoscibile e, naturalmente, notizie in grado di apportare valore, sono gli elementi capaci di rendere un sito affidabile agli occhi dell’utenza e dei motori di ricerca.

Una realtà che sa farsi notare è in grado di conquistare l’attenzione di una larga fetta di utenti ed attirare quantità maggiori di traffico. Certo, affermare che la reputazione di un portale sia legata esclusivamente all’estensione di dominio è una sciocchezza bella e buona, ma non esistono dubbi circa il fatto che un’estensione capace di entrare nell’immaginario collettivo come la più rappresentativa in assoluto, possa aiutare parecchio in questo senso.

 

8. .com è l’estensione più diffusa al mondo

L’estensione .com è la più usata al mondo, fattore che la rende l’opzione migliore per le piattaforme digitali che desiderano attrarre traffico anche all’estero.

Nonostante la presenza dei nuovi gTLD, che consentono di personalizzare l’identità dei propri progetti in modo da renderli più facilmente riconoscibili, gli utenti continuano a mostrare una netta preferenza per il .com, in grado di oltrepassare la dimensione puramente commerciale per cui era stato creato.

un server per un hosting

Dove e come registrare un dominio .com?

Per acquistare un dominio con estensione .com è possibile scegliere tra i tanti potali di hosting presenti sul Web. 

Tutte le aziende che forniscono hosting e domini sono capaci di registrare un .com. Se non te ne intendi e sei nuovo in questo settore, non temere: registrare un dominio è semplicissimo!

In questi casi, la cosa migliore che si possa fare è affidarsi a un’azienda con una certa esperienza e ricca di feedback positivi. 

Quali sono le agenzie più affidabili in circolazione? 

Attualmente ve ne sono davvero tante, ma per semplificarti la vita ti indicherò quella che, a mio parere, merita la tua fiducia.

 

 

I miei consigli per scegliere il miglior servizio di hosting

Dopo aver analizzato costi e benefici, posso affermare con certezza che il miglior sito di hosting in circolazione sia Siteground

E i motivi che mi spingono a scegliere i suoi servizi sono numerosi.

Oltre alla straordinaria semplicità d’uso, questo sito offre eccellenti caratteristiche di sicurezza e un supporto tecnico efficiente e sempre disponibile, in grado di risolvere ogni tipo di problema nella maniera più rapida possibile.

Inoltre, il prezzo delle varie prestazioni disponibili è tra i più bassi del mercato a parità di offerta. 

 

E come accennato in precedenza, la ciliegina sulla torta è costituita da un servizio ben strutturato, intuitivo e di facile utilizzo.

Se cerchi ulteriori informazioni e desideri beneficiare del miglior prezzo possibile per un dominio .com, clicca sul link indicato di seguito: